sabato 5 dicembre 2020

CALENDARIO DELL' AVVENTO

Quest'anno come associazione AISU abbiamo pensato di fare gli auguri in modo speciale


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 






































venerdì 29 maggio 2020

DIARIO DI QUARANTENA

Diario di classe durante la Quarantena
Classe 1^ Scuola Secondaria “L.da Vinci” di Maccagno


Siamo in una situazione un po’ strana, è successo così, all’improvviso, è dal 23 Febbraio che non andiamo più a scuola, all’inizio eravamo tutti felici di poter anticipare le vacanze di Carnevale di qualche giorno, poi però ci siamo resi conto che le scuole continuavano a rimanere chiuse, non potevamo più uscire con i nostri amici, dovevamo  starcene rintanati in casa e solo mamma o papà possono uscire solo ed esclusivamente una volta alla settimana per fare la spesa o per portare fuori il cane, come se il mondo si fosse fermato.



Abbiamo inoltre capito il valore della libertà e di quanto fosse bello ed importante ogni attimo della vita di tutti i giorni; niente più calcio, danza, basket o atletica… Ci incontriamo solo grazie ad un computer, in casa nostra, e la mancanza della scuola e delle nostre attività cha creato una profonda ferita nel cuore, che si fa più grande giorno dopo giorno. Certo, abbiamo più tempo da dedicare a noi stessi, migliorarci nello sport che pratichiamo, stare con la famiglia, iniziare qualche serie T.V., cucinare, leggere un buon libro, giocare a un videogame per non pensare per un po’ a quello che sta succedendo, reagendo positivamente e modificando le nostre abitudini, ma dopo poco non ne possiamo più di restare tutto il giorno sul divano…


Ci manca la vita di tutti i giorni, ci manca poter abbracciare i nostri amici; sì, siamo molto fortunati, perché con i telefoni possiamo collegarci e parlare con le persone a cui si vuole bene, però non è la stessa cosa, di solito non sei separato da uno schermo, di solito puoi saltare loro addosso, fare scherzi, abbracciarle…
Alcuni di noi hanno anche passato il loro compleanno in quarantena, è stato molto strano; infatti lo hanno festeggiato solo con la loro famiglia e con amici e parenti in videochiamata, ma per fortuna non sono mancati i regali, il piatto preferito e un bel pomeriggio passato in giardino visto che il bel tempo lo ha permesso.
 
Anche la Pasqua è stata molto diversa senza la presenza dai nostri cari, o almeno, senza i nonni, cugini, zii, il pranzo tutti insieme, lo scambio delle tante uova di Pasqua…

La giornata è iniziata con una bella e buona colazione, la mattinata è trascorsa in modo allegro, preparando un pranzo abbondante con le nostre famiglie, mentre abbiamo trascorso il pomeriggio giocando in giardino e poi in casa con qualche gioco di società, semplicemente
divertendoci.

Ci manca molto anche la scuola, i nostri professori, è una bella cosa poter stare collegati on-line, e diciamo loro grazie per farci queste lezioni, anche se è un po’ strano farle siccome i nostri compagni non sono qui con noi, però ogni volta che ci colleghiamo ci sentiamo meglio, e un sorriso ci attraversa la faccia, la sorte è strana… quando andavamo a scuola volevamo saltarla e stare tutto il giorno a casa, ed ora che possiamo farlo ci manca come non mai. Anche se i compiti sono tanti, sappiamo che recupereremo quest’anno.

Vorremmo solo che tutto questo fosse un brutto sogno da cui poterci svegliare per poi poter dimenticare ogni cosa.
Abbiamo paura di ammalarci, e alcuni di noi hanno paura per i propri genitori, che non possono lavorare da casa, ma devono uscire tutti i giorni. Non dimenticheremo mai questo periodo, e i ragazzi delle prossime generazioni potranno reputarsi molto fortunati, infatti questa epidemia ha lasciato una grande impronta nella storia ma soprattutto nelle nostre vite; quando si potrà di nuovo uscire assaporeremo ogni istante, anche la normalità, e saremo felici di aver superato anche questa; per ora possiamo continuare a fare una cosa: restare a casa, e ricordiamo: #andràtuttobene #distantimauniti


domenica 24 maggio 2020

sabato 23 maggio 2020

ORTO IN CASSETTA

RICEVIAMO DAI RAGAZZI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI MACCAGNO DEGLI SPUNTI UTILI PER TRASFORMARE DELLE SEMPLI CASSETTE IN ORTI A MISURA DI BALCONE.

LUCA PIANA



Lara Clerici Orto